Inghilterra, ragazza uccisa alla guida: sospettato il fidanzato

ragazza morta incidente

Stava dando un passaggio al fidanzato sulla sua automobile e ha trovato la morte. Jayden Ryder, 18 anni, ha preso il suo ragazzo Ryan Wiffen dopo che aveva bevuto con il suo capo a febbraio del 2018. Durante il loro viaggio di ritorno nella contea di Durham, la ragazza è stata uccisa da un’Audi in arrivo, quando la sua auto ha sterzato violentemente. Il fidanzato nega di aver afferrato il volante ma gli è stata revocata la patente per guida pericolosa.

L’incidente fatale in macchina

Jayden Ryder, di Ferryhill, è morta dopo che la sua Fiat 500 bianca si è scontrata con una Audi A3 in arrivo sulla B6287 Merrington Road, tra Ferryhill e Kirk Merrington. Secondo quanto riporta il Dailymail, stava viaggiando la sera del 2 febbraio 2018 insieme al suo fidanzato, Ryan Wiffen. Il ragazzo di Spennymoor ha rifiutato di testimoniare durante l’inchiesta. Il coroner ha ritenuto che il profilo del fidanzato “non fosse affidabile“. Nonostante sia stato avvertito che poteva rischiare di essere trattenuto se non avesse collaborato, il signor Wiffen ha continuato a scuotere la testa e a scrollare le spalle. E’ dovuto tornare in tribunale il 17 maggio 2019. In una dichiarazione rilasciata alla polizia, Wiffen ha detto di aver avuto un flashback dell’incidente, nel quale una macchina è arrivata sul lato sbagliato della strada. Tuttavia, Robin Turner della Collision Investigation Unit della polizia di Durham ha detto che l’incidente sarebbe potuto avvenire solo sul lato della strada dell’Audi e che la Fiat 500 avrebbe dovuto virare sul lato sbagliato della carreggiata. Il signor Wiffen ha detto che i due erano stati fermi per poco tempo e che avevano avuto una conversazione sull’ordinazione del cibo cinese. In realtà le prove dimostrano che la Fiat si fermò per 38 minuti. Durante il periodo dell’incidente, la madre del ragazzo ha detto alla polizia di aver ricevuto una telefonata dalla signora Ryder, che le aveva chiesto di dirgli di rimborsare i soldi che doveva alla fidanzata. Quando gli è stato chiesto se la coppia si fosse lasciata quella sera, il signor Wiffen ha detto di no.“Non ho fatto nulla, non penso di essere responsabile di nulla”: ha anche sottolineato di non aver afferrato il volante e di essere un autista attento. In realtà la polizia ha saputo che ha perso la patente dopo essere stato condannato per guida pericolosa nel gennaio di quest’anno.