Inghilterra a valanga, 6 a 2 all'Iran

MUSTAFA YALCIN / ANADOLU AGENCY / Anadolu Agency via AFP

AGI - L'Inghilterra esordisce con il botto a Qatar 2022, travolgendo 6-2 l'Iran nella prima partita del Gruppo B. Tutto troppo facile per la selezione di Gareth Southgate, che s'impone grazie ai gol di Bellingham, Sterling, Rashford, Grealish e la doppietta di Saka, mentre serve a poco la doppietta iraniana di Taremi.

In attesa di Stati Uniti-Galles, in programma stasera alle 20.00, gli inglesi si prendono quindi i primi 3 punti del proprio raggruppamento.

Nel primo quarto di gara succede poco o nulla, complice un brutto colpo al volto subito dal portiere iraniano Beiranvand, rimasto a terra sanguinante per quasi dieci minuti e costretto successivamente al cambio.

Alla ripresa del gioco l'Inghilterra prende in mano il comando delle operazioni, crea le prime due occasioni con Mount (esterno della rete) e Maguire (traversa di testa), poi al 35' sblocca il risultato: bella azione corale che libera Shaw al cross, Bellingham svetta in area e firma l'1-0.

Prima del riposo la squadra di Southgate dà una bella sgasata e chiude anticipatamente i conti con altri due gol in rapida sequenza: raddoppia Saka dopo una sponda aerea di Maguire, mentre Sterling firma il tris sotto porta su assist perfetto di Kane.

Nella ripresa i 'Three Lions' controllano senza troppi problemi il largo vantaggio e, al 62', trovano anche il poker ancora con Saka, che si accentra sul sinistro e fulmina Hosseini per il 4-0.

Un sussulto d'orgoglio dell'Iran porta al gol della bandiera di Taremi, ma al 71' l'Inghilterra va nuovamente a segno con il neo entrato Rashford, che riceve da Kane, mette a sedere un avversario con una finta di destro, firmando poi di sinistro il gol del 5-1.

Trova gloria anche Grealish che firma il sesto gol a porta vuota su assist di Wilson, poi prima del triplice fischio da segnalare una grande parata di Pickford, che con l'aiuto della traversa nega la rete ad Azmoun, prima che Taremi firmi la sua inutile doppietta personale (su rigore) per il definitivo 6-2.