Inguscio: centrale politica investimento per ricerca, no precariato

Bla

Roma, 15 ott. (askanews) - "Centrale sarà d'ora in poi una politica di investimento che consenta Un reclutamento regolare programmato ed eviti il prodursi di nuovo precariato" nel settore della ricerca scientifica e dello sviluppo. Lo ha detto il presidente del Cnr, Massimo Inguscio, durante la presentazione durante la presentaizone della Relazione sulla ricerca e l'innovazione del Consiglio nazionale delle ricerche, presentata oggi a Roma, alla presenza del presidente del consiglio, Giuseppe Conte e dei ministri dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca Scientifica, Lorenzo Fioramonti, delle Pari Opportunità, Elena Bonetti e dell'Innovazione, Paola Pisano.

"La sfida della scienza passa anche per le politiche orientate ad un futuro, che è già presente, in cui si realizzino le necessarie sinergie tra ricerca, tecnica, ambiente, patrimonio culturale: forzando così impatto che hai scritto nella nostra costituzione, senza discriminazioni, benefici per le donne. Le donne gli uomini che lavorano nella ricerca devono anche essere protagonisti di una politica di reclutamento adeguata. Siamo riusciti a non disperdere competenze sviluppate, stabilizzando in modo significativo ripartire un amento dei concorsi nazionali competitivi organizza, a realizzare produzioni meritocratiche. Centrale sarà d'ora in poi una politica di investimento che consenta Un reclutamento regolare programmato ed eviti il prodursi di nuovo precariato", ha aggiunto Inguscio.