Caso SuperLega: inno al romanticismo che fonda la modernità (e il calcio)

Pierluigi Battista
·Giornalista, scrittore
·2 minuto per la lettura
LONDON, ENGLAND - APRIL 20: Fans protest against Super League before the Premier League match between Chelsea and Brighton & Hove Albion at Stamford Bridge on April 20, 2021 in London, United Kingdom. Six English premier league teams have announced they are part of plans for a breakaway European Super League. Arsenal, Manchester United, Manchester City, Liverpool, Chelsea and Tottenham Hotspur will join 12 other European teams in a closed league similar to that of the NFL American Football League. In a statement released last night, the new competition "is intended to commence as soon as practicable" potentially in August. (Photo by Sebastian Frej/MB Media/Getty Images) (Photo: Sebastian Frej/MB Media via Getty Images)
LONDON, ENGLAND - APRIL 20: Fans protest against Super League before the Premier League match between Chelsea and Brighton & Hove Albion at Stamford Bridge on April 20, 2021 in London, United Kingdom. Six English premier league teams have announced they are part of plans for a breakaway European Super League. Arsenal, Manchester United, Manchester City, Liverpool, Chelsea and Tottenham Hotspur will join 12 other European teams in a closed league similar to that of the NFL American Football League. In a statement released last night, the new competition "is intended to commence as soon as practicable" potentially in August. (Photo by Sebastian Frej/MB Media/Getty Images) (Photo: Sebastian Frej/MB Media via Getty Images)

Vi piace vincere facile eh, voi della Superlega già defunta prima di nascere ? Vi piace caricaturizzare il “romantico” del calcio de noantri, farne una marionetta dello sciocco sentimentalismo, un ebete acchiappanuvole incapace, perso nei fumi del suo nostalgico fantasticare, di capire le rudi e prosaiche leggi del calcio su scala industriale, un conservatore fissato con i campetti polverosi e un regime alimentare fatto di pane e salame (che poi il pane e salame, a me interdetto causa pinguedine e trigliceridi alti, è più buono del sashimi globale). E invece non sanno o fingono di non sapere, questi arcigni fustigatori delle anime belle, che proprio nei campetti polverosi di Buenos Aires si è rivelata l’essenza romantica del gioco del pallone, con Diego Armando Maradona che tirava i primi calci della sua leggenda. E pure Carlitos Tevez che giocando a calcio si liberò dai bassifondi malavitosi della sua “ciudad oscura”.

Fanno finta di non sapere che il romanticismo, lungi dall’essere l’antitesi del moderno, ne costituisce il valore emozionale, la forza simbolica, l’energia passionale. Il romanticismo ha decretato l’eguaglianza degli esseri umani di fronte alle emozioni. Con il suo culto dell’interiorità, è stato l’inno della rivoluzione borghese, ha cantato le ragioni del cuore che la Ragione non può conoscere, ha detto alla borghesia nascente che la società è mobile, fluida, mai più prigioniera della fissità della tradizione. Il romanticismo dice che tu non sei più costretto ad accettare i decreti di un mondo dalle gerarchie immodificabili come era quello dove spadroneggiavano l’aristocrazia, il rango stabilito una volta per sempre, il lignaggio, il retaggio, il marchio nobiliare, la stirpe degli ottimati. Dice che non devi essere identico ai tuoi antenati e ai tuoi discendenti, che puoi prendere in mano l...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.