Inondazione Niger, da giugno 57 morti e 130.000 persone colpite

Fth

Roma, 11 set. (askanews) - Inondazioni che hanno colpito il Niger, incluso il deserto del nord, dall'inizio della stagione delle piogge a giugno, hanno causato 57 morti e oltre 130.000 tra feriti e sfollati, secondo l'ultimo rapporto del governo emesso ieri sera.

"La situazione delle inondazioni al 10 settembre 2019 è di: "57 morti e 132.528 persone colpite", secondo una dichiarazione del Consiglio dei Ministri citata dall'agenzia France Presse. Inoltre, le acque hanno distrutto 12.241 case, decimato 851 capi di bestiame e inghiottito più di 2.251 ettari di colture, come sostiene il governo.(Segue)