Inondazione Niger, da giugno 57 morti e 130.000 persone colpite -2-

Fth

Roma, 11 set. (askanews) - La capitale Niamey è stata particolarmente colpita quest'anno da un'eccezionale alluvione che ha già causato un totale di 6.310 persone colpite. Le regioni Maradi (sud-est) e Zinder (centro-sud) sono le più colpite, con 25.040 e 39.060 persone rispettivamente colpite. La regione di Dosso (sud-ovest), molto umida, ha registrato 11.231 vittime. Il deserto del nord del paese è stato colpito in modo insolito: 18.255 persone sono state segnalate nella regione di Agadez.

Un precedente rapporto pubblicato il 2 settembre dal ministro nigeriano per l'azione umanitaria riportava 42 morti e 70.000 persone colpite, tra cui oltre 2.000 a Niamey. La stagione delle piogge è in pieno svolgimento in Niger. Nonostante la sua breve durata - non più di tre mesi - e le scarse precipitazioni, questo paese ha dovuto affrontare inondazioni da alcuni anni, anche nelle aree desertiche del Nord. Un paradosso in questo stato molto secco in cui i raccolti sono generalmente colpiti dalla siccità.