Inps: crollano assunzioni, -35% in primi 8 mesi per effetto Covid

·1 minuto per la lettura
Inps: crollano assunzioni, -35% in primi 8 mesi per effetto Covid
Inps: crollano assunzioni, -35% in primi 8 mesi per effetto Covid

Roma, 19 nov. (askanews) – Il mondo del lavoro soffre la crisi legata alla pandemia, secondo l’Inps che ha diffuso i dati dell’Osservatorio sul precariato, sono 723mila in meno le posizioni di lavoro in essere a fine agosto.

Le assunzioni attivate dai datori di lavoro privati nei primi otto mesi del 2020 sono state 3.305.000. Rispetto allo stesso periodo del 2019 la contrazione risulta molto forte (-35%) per effetto dell’emergenza con le conseguenti restrizioni a partire da marzo, chiusura delle attività non essenziali, limitazioni della mobilità individuale, e la conseguente caduta della produzione e dei consumi.

Il Covid 19 ha determinato anche la contrazione dei lavoratori impiegati con Contratti di Prestazione Occasionale (Cpo): ad aprile essa risultava pari al – 78%; nei mesi successivi si è progressivamente attenuata fino al -10% di agosto.