Inps, Durigon (Lega): epurazione in corso illegittima, senza nomina Cda

Pol/Gal

Roma, 11 gen. (askanews) - "Quanto riportato oggi in un articolo pubblicato dalla Stampa conferma quello che già da settimane come Lega avevamo denunciato. All'interno dell'Inps il presidente-dittatore Tridico sta attuando una vergognosa epurazione interna dei dirigenti 'scomodi', non allineati con i diktat dei Cinque Stelle e della Casaleggio Associati. Tridico sta agendo in maniera del tutto illegittima: a distanza di un anno dall'emanazione del decreto, non è stato ancora nominato un Cda perché evidentemente, nell'ottica della spartizione delle poltrone, non è stato ancora trovato un accordo all'interno della maggioranza giallofucsia. Pseudo riorganizzazioni, demansionamenti, promozioni ingiustificate, sdoppiamenti di direzioni, con conseguenti aumenti dei costi sulle casse dell'Istituto previdenziale, sono atti del tutto illegittimi in assenza di un Cda. Uno scandalo che porta dritto alla Corte dei Conti e su cui chiederemo chiarezza con interrogazioni parlamentari. Se confermato lo scenario prospettato dalle notizie che circolano, chiederemo immediate dimissioni del presidente Inps". Lo dichiara il deputato della Lega Claudio Durigon, già sottosegretario al Lavoro.