Inps, identificato anche il deputato del M5S

·2 minuto per la lettura
bonus 600 euro marco rizzone
bonus 600 euro marco rizzone

L’ultimo dei furbetti del bonus dei 600 euro è stato identificato. Si chiama Marco Rizzone, ed è un parlamentare nelle fila del Movimento Cinque Stelle. Il deputato di 37 anni, è stato deferito dal collegio dei probiviri dal capo politico del Movimento Cinque Stelle Vito Crimi. Per lui inoltre è stata applicata la massima severità nella sanzione. Anche per i deputati della lega Elena Murelli e Andrea Dara, parlamentari della Lega, si è proceduto con la loro sospensione.

Bonus 600 euro, chi è Mauro Rizzone

“In relazione alla vicenda del bonus, ho deferito il deputato Marco Rizzone al collegio dei probiviri chiedendone la sospensione immediata e massima severità nella sanzione”. Questo è quello che è stato dichiarato a questo proposito dal capo politico del Movimento Cinque Stelle Vito Crimi, che ha provveduto a sospendere con grande decisione il furbetto dei 600 euro presente nel suo partito. Anche il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha espresso il suo disappunto nella vicenda, aggiungendo tra l’altro di essere favorevole al taglio dei parlamentari.

Mauro Rizzone, è un imprenditore genovese di 37 anni, laureato in economia ed esperto in innovazione digitale e app per il turismo. Dopo un’esperienza in Cina e nella Silicon Valley, Rizzone è ritornato in Italia, dove nel 2018 si è candidato nella circoscrizione Liguria, nel collegio Genova-San Fruttuoso. Attualmente è membro della commissione sulle attività produttive e della commissione d’inchiesta sul sistema bancario e finanziario.

Nella Lega, deferiti Murelli e Dara

Nel frattempo, la Lega ha sospeso i deputati Elena Murelli e Andrea Dara. Ha inoltre bloccato la ricandidatura in Veneto dei consiglieri regionali e del vicepresidente della giuria che sono finiti nella bufera. Ora il prossimo passo spetterà al presidente dell’INPS Pasquale Tridico che verrà chiamato alla Camera, a fare i nomi dei politici coinvolti nel bonus Covid.