Insetti in una mensa a Firenze: ragno e baco da seta nell’insalata

insetti mensa Firenze

Le mense scolastiche italiane nascondono un universo di luci e ombre. Non sempre i cibi serviti ai piccoli studenti vantano una buona qualità. A volte vengono proposti alimenti scaduti, altre volte non mancano i vermi nel piatto. A peggiorare un quadro già poco rassicurante, arriva la notizia del ritrovamento di insetti in una mensa a Firenze.

La IV Indagine di Cittadinanzattiva su tariffe e qualità delle mense scolastiche ha preso in considerazione le scuole primarie e dell’infanzia di 11o capoluoghi di provincia di 9 regioni. La ricerca è stata svolta prendendo come campione un totale di 340 alunni, a cui si sommano docenti, genitori e addetti alla ristorazione. La situazione emersa non risulta particolarmente confortante. Molte scuole non sono dotate di un locale appositamente adibito a mensa. In altri casi, invece, le mense sono poco organizzate e poco confortevoli, non molto accoglienti ma molto rumorose. Fortunatamente, almeno un bimbo su dieci mangia tutti i cibi serviti a mensa. Tre su cinque mangiano con piacere a scuola.

Insetti in una mensa a Firenze

Nell’insalata servita ai tavoli dei giovani alunni, quest’ultimi hanno trovato un ragno e un baco da seta. I fatti si sono verificati nell’istituto scolastico Balducci di Firenze.

Ad accorgersi della sgradita sorpresa è stata un’insegnante, che come segno della sua indignazione ha voluto fotografare il piatto con gli insetti. Le immagini hanno varcato i confini della scuola e, finendo sui social, molto presto hanno fatto il giro del web, alimentando le polemiche e le dure critiche.

insetti mensa Firenze

Alcuni genitori hanno subito preso provvedimenti. Immediato l’intervento del Nas dei carabinieri, che hanno subito attivato le indagini sia nella mensa scolastica sia nel centro cottura della Dussmann, la ditta che ha in appalto il servizio.

Noi mamme siamo schifate e arrabbiate. Non è la prima volta che capitano incidenti del genere: porzioni piccole, bassa qualità e ora anche insetti nel piatto. Qualcuno deve provvedere”, ha commentato un genitore. In molti, inoltre, hanno tartassato l’istituto con numerose chiamate, assicurando che i propri figli non mangeranno più a scuola. Intanto Sara Funaro, assessore all’Educazione che svolge spesso ispezioni a sorpresa nelle scuole, fa sapere che “il controllo sulla qualità dei pasti che vanno ai bambini è da sempre una priorità per il Comune“.