'Insieme per uno scatto d'amore', iniziativa Cpo Avvocati

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 22 nov. (Adnkronos) – Un collage con fotografie raffiguranti immagini di avvocati e avvocate che hanno aderito all'iniziativa 'Insieme per uno scatto d'amore'. E' l'iniziativa del Il Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Palermo, presieduto dall’avvocata Marinì Badalamenti, con il patrocinio del Coa, dell’Unione degli Ordini forensi della Sicilia e del Cnf, in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. Il Comitato installerà venerdì prossimo, 25 novembre, alle ore 12, nell’atrio del Palazzo di Giustizia di Palermo, un collage con foto raffiguranti immagini di legali che hanno aderito alla manifestazione inviando un breve pensiero o uno slogan contro la violenza. Tra le foto c'è anche quella della Presidente del Cnf, Maria Masi con la scritta 'Donna, Vita, Libertà'.

"Grazie alla Commissione 25 Novembre e alla sua coordinatrice, l'avvocata Carmen Reina, il Comitato da dato voce ai Colleghi del foro che, con i loro scatti, hanno narrato storie e dedicato pensieri significativi", dice l'avvocata Marinì Badalamenti. La foto del Cpo è stata realizzata dall’avvocato Ezio Vicari, il quale ha recentemente organizzato la mostra 'Sei Bella da morire' alla quale ha preso parte anche l’avvocata Tiziana Dipietro con la foto 'Io sono mia'. La foto fa parte del progetto fotografico 'Sei bella da morire', ideato dall'Associazione fotografica Ikonika che ha promosso una mostra itinerante cui hanno partecipato 38 fotografi.

Per venerdì a mezzogiorno è prevista una breve cerimonia alla presenza del Presidente della Corte di Appello, Matteo Frasca, del Presidente del Tribunale, Antonio Balsamo, della Procuratrice Generale, Lia Sava, della Presidente del Cpocg Claudia Ferrari, del Procuratore di Palermo, Maurizio de Lucia, del Presidente del Coa Antonello Armetta, del Vice Presidente del CNF Francesco Greco e del Presidente dei Fori Siciliani Giuseppe Di Stefano. Ci sarà anche un intermezzo musicale eseguito dal Maestro di violino Giovanna Ferrara, "per ricordare le vittime di violenza e per manifestare il NO collettivo di tutti gli operatori della giustizia ad ogni forma di violenza contro le donne", dice Marinì Badalamenti. Al contempo, aderendo all’iniziativa del Comitato Pari Opportunità presso il Consiglio Giudiziario i partecipanti, per manifestare solidarietà alle donne iraniane, indosseranno un accessorio di colore rosso, colore divenuto ormai simbolo del contrasto alla violenza di genere.