Insigne in bilico tra permanenza e addio: previsto un incontro con il Napoli

·1 minuto per la lettura

Il futuro di Lorenzo Insigne è ancora tutto da scrivere. L'attaccante sta guidando la Nazionale italiana a Euro 2020 a suon di prestazioni da urlo e, finché la sua avventura europea non sarà conclusa, non affronterà il discorso relativo al rinnovo con il Napoli. Il suo contratto scadrà a giugno 2022 e, senza accordo nelle prossime settimane, il capitano partenopeo lascerà il club in estate. La volontà è comune, ossia quella di proseguire insieme. Ma occorrerà decidere in fretta, a tal punto che l'agente Vincenzo Pisacane incontrerà a breve la dirigenza azzurra per legittimare l'intesa e porre fine alle voci. La parola finale, comunque, spetterà a Insigne.

Aurelio De Laurentiis | Claudio Villa/Getty Images
Aurelio De Laurentiis | Claudio Villa/Getty Images

Come riportato dal Corriere dello Sport, il caso Insigne non è l'unico da risolvere. Il Napoli dovrà confrontarsi con Kalidou Koulibaly e Fabian Ruiz, in bilico tra la permanenza e l'addio: la cessione dei pezzi pregiati avverrà soltanto con un'offerta adeguata al valore dei rispettivi calciatori, nessuno sconto da parte del presidente Aurelio De Laurentiis. Attenzione anche alla posizione di Alex Meret, attualmente nella rosa del commissario tecnico Roberto Mancini per la spedizione internazionale. Le parti sono vicine a un accordo per il rinnovo, ma servirà garantire maggiori certezze al portiere dopo un anno trascorso all'ombra di David Ospina.

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato sul calciomercato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli