Instagram elimina il filtro che promuove la chirurgia plastica

instagram filtro chirurgia plastica

Il dismorfismo corporeo (o dismorfofobia) è il disturbo, sempre più diffuso, derivante dalla percezione di difetti fisici inesistenti o lievi in grado di provocare un grave disagio alle persone. Chi soffre di dismorfofobia non riesce a smettere di pensare in maniera negativa al suo aspetto. Cerca continue rassicurazioni da familiari o persone vicine, per convincersi di avere un aspetto normale.

Oltre alle forti emozioni negative che nascono da queste ossessioni, queste persone possono avere, col tempo, grosse difficoltà a uscire di casa per andare a scuola o al lavoro per via di questi pensieri. Uno studio del 2018 ha dimostrato l’enorme impatto negativo che può avere sulla percezione di sé una esposizione prolungata ad immagini idealizzate. Questo genere di esposizione avviene su tutti i social, primo tra tutti Instagram.

Per queste ragioni, il popolare social network utilizzato da milioni di persone ogni giorno, ha preso una decisione importante. Instagram vuole eliminare Plastica uno dei più famosi e usati filtri per le immagini. Tale filtro, consente di modificare il proprio aspetto dando al viso un’estetica da operazione chirurgica. Con Plastica, usato oltre 200 milioni di volte e creato dalla digital designer Teresa Fogolari, è possibile vedersi, in pochi click, con zigomi più alti, labbra gonfie come canotti e naso ristretto.

Instagram elimina il filtro chirurgia plastica

La Spark AR, l’azienda che c’è dietro a tutti i filtri presenti su Instagram, nonostante il successo di Plastica ha deciso di bannarlo per una maggiore sensibilizzazione alla questione. Al momento, non è stata ancora comunicata una data precisa della rimozione del filtro. Tutto fa presumere, però, che ciò accadrà molto presto.