Instagram si ispira a TikTok e rivoluziona il mondo delle storie e dei Reels

·4 minuto per la lettura
Instagram Superbeat (Photo: Instagram)
Instagram Superbeat (Photo: Instagram)

Instagram ha dato il via a una settimana di rivelazioni. Le ultime novità fanno parte di un cambio di look che ha già visto rinnovare l’interfaccia grafica durante l’ultimo anno, ma soprattutto sono rivolte all’universo dei Reels. Questi contenuti, ispirati da Tik Tok, sono entrati a far parte far parte dei formati di Instagram lo scorso 5 agosto. Una mossa che non era passata inosservata, anzi era stata analizzata come una risposta alla preoccupazione di perdere utenti, in particolare teen, a causa di social come Snapchat e, appunto, Tik Tok. Come riporta il New York Times infatti, attraverso un’indagine Piper Sandler, solo il 22% dei cosiddetti early high school, cioè i teen dai 13 ai 15 anni, reputa Instagram il suo social preferito, in terza posizione proprio dopo Tik Tok e Snapchat.

Anche gli ultimi aggiornamenti potrebbero far parte della strategia della famiglia Facebook, di cui Instagram è considerato il gioiello dal 2012, per emulare ancora il suo maggior competitor. Le nuove features infatti seguono il rollout di una mezza dozzina di effetti musicali interattivi lanciati su Tik Tok nel mese di aprile, come ricorda TechCrunch. Quegli effetti avevano mostrato (se non dimostrato) quanto i rivali di Tik Tok fossero indietro in termini di costumer experience, con un set di soli strumenti di base per la creazione dei video. Sono invece gli effetti creativi che rendono TikTok il sociale più divertente da usare, stando ai dati di TechCrunch, così come le sue caratteristiche musicali.

La competizione si calda sempre di più, perché Instagram, con oltre 1,3 miliardi di utenti, rimane ancora la più grande piattaforma, ma TikTok ormai ne conta un miliardo. Le novità di Instagram dunque sono tante e soprattutto nei Reels sono concentrate sugli effetti musicali.

Le funzioni dal desktop

La prima novità importante riguarda l’ampliamento delle funzioni dell’app da mobile a desktop. L’aumento del traffico da desktop infatti, acuito nei mesi della pandemia, è stata la spinta a rendere possibile il caricamento di foto e video anche dallo schermo del pc e non solo dal telefono, dopo un test limitato all’inizio di quest’anno. Potrebbe sembrare una funzione elementare ma Instagram dal browser era sempre rimasto indietro rispetto all’uso da mobile, basti ricordare che per esempio i DM sono stati inseriti nell’uso da desktop solo l’anno scorso. E chi ha iniziato a usare Instagram dall’inizio si ricorderà che non era possibile caricare una foto già scattata nemmeno dal mobile, occorreva utilizzare la fotocamera nell’app e condividere uno scatto “istantaneo”.

ANKARA, TURKEY - OCTOBER 21: In this photo illustration Instagram application seen on desktop web browser in Ankara, Turkey on October 21, 2021. Instagram now lets you post from the web version. (Photo by Hakan Nural/Anadolu Agency via Getty Images) (Photo: Anadolu Agency via Getty Images)
ANKARA, TURKEY - OCTOBER 21: In this photo illustration Instagram application seen on desktop web browser in Ankara, Turkey on October 21, 2021. Instagram now lets you post from the web version. (Photo by Hakan Nural/Anadolu Agency via Getty Images) (Photo: Anadolu Agency via Getty Images)

Collab, i contenuti co-prodotti

Un’altra novità riguarda la creazione dei contenuti, con l’annuncio di “Collabs”, una nuova funzione che consente a due utenti di condividere la proprietà di un singolo post del feed o Reel. I due creator compariranno coi loro nomi e condivideranno il post o il Reel col loro gruppo di followers, anche dell’uno e dell’altro quindi, e potranno tenere insieme anche il conto delle visualizzazioni, dei like e i thread di commenti. I Collab vengono abilitati dalla schermata dei tag, dopo di che il secondo account dovrà accettare l’invito.

Instagram collab (Photo: Instagram Collab)
Instagram collab (Photo: Instagram Collab)

Raccolta fondi e rapporto con i brand

Il social poi ha anche introdotto una nuova modalità per la creazione di campagne di raccolta fondi, funzione già presente su Instagram. Si chiama Fundraiser Prompts e permette di lanciare la raccolta direttamente cliccando sul tasto ”+”.

In linea con l’impegno di Instagram per aiutare i creatori a guadagnare con i propri contenuti, la piattaforma sta anche introducendo le Branded Content Partnerships. Nei prossimi mesi, infatti, un piccolo gruppo di creatori e marchi testerà nuove funzionalità per aiutare brand e creator a connettersi sempre di più.

Storie più lunghe, addio IGTV e programmazione delle Dirette

Per la creazione dei contenuti tra le altre novità anche la possibilità di fare storie più lunghe, per cui i video che superano i 60 secondi non saranno più suddivisi in segmenti. Sul tema dei video Instagram già all’inizio del mese aveva detto addio ai video IGTV distinti da quelli del feed, combinandoli in un unico formato: Instagram Video.

Non è stata invece annunciata la possibilità del feed verticale per le Storie, indiscrezione che nei mesi scorsi iniziava a circolare, nell’ottica per Instagram di contendersi la scena con TikTok.

Per quanto riguarda le dirette invece una nuova funzionalità è quella che permette di programmarle. Con il lancio dello strumento IG Live Scheduling i creator possono promuovere, pianificare e preparare meglio le loro dirette con un post fino a 90 giorni prima dell’evento e con un nuovo Sticker da inserire nelle Storie.

La musica in 3D: i nuovi effetti per i Reels

Infine ci sono anche un paio di nuove funzionalità incentrate sulla musica. Superbeat aggiunge effetti a un video al ritmo di una canzone, mentre Dynamic e 3D lyrics fanno visualizzare i testi delle canzoni in 3D durante un video, seguendo il ritmo della musica.

Instagram Superbeat (Photo: Instagram Superbeat)
Instagram Superbeat (Photo: Instagram Superbeat)

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli