Insulti e minacce a Salvini, condannati i 99 Posse

·1 minuto per la lettura

Condannati per diffamazione ai danni di Matteo Salvini: Luca Persico detto ‘O Zulù e Marco Messina - entrambi del gruppo musicale dei 99Posse - dovranno pagare 8mila euro più un risarcimento e le spese legali per alcune frasi contro Salvini pronunciate nel 2015, alla vigilia di un comizio del leader della Lega a Napoli, in cui gli rivolsero frasi offensive e minacciose per impedirgli di arrivare in città. La decisione è del Tribunale di Napoli. Tra 90 giorni ci saranno le motivazioni, come rende noto la Lega. "Siamo soddisfatti, lo scudo dell’arte invocato dai 99Posse non protegge e non legittima ogni messaggio e in particolare quelli di odio alla persona”, ha detto Claudia Eccher, avvocato di Salvini.

Si dice "soddisfatto" l'avvocato Rosario Marsico, legale di Persico e Messina. "E' una sentenza che mi lascia soddisfatto - spiega all'Adnkronos Marsico - è una multa, con pena sospesa, a fronte di una richiesta di 10 mesi da parte del pubblico ministero". Marsico annuncia che presenterà comunque appello alla sentenza di primo grado. Gli altri due imputati, Sasha Ricci e Massimiliano Iovine, sono stati assolti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli