Insulti a Juan Jesus, Di Livio: bene la Roma sul daspo a vita

Insulti a Juan Jesus, Di Livio: bene la Roma sul daspo a vita

Firenze, 27 set. (askanews) – La Roma “ha fatto molto bene” a daspare a vita lo pseudo tifoso che ha rivolto insulti razzisti al difensore brasiliano Juan Jesus. Lo ha detto Angelo Di Livio, ex giocatore di Juventus e Fiorentina e della nazionale.

“Sono d accordo”, ha detto l’ex ‘soldatino’ da Coverciano, dove è in ritiro con la nazionale di Poste Italiane – di cui è allenatore – per preparare la “Azzurri Partner Cup” di domani, “Perché bisogna iniziare o da una parte o dall altra, chi prima chi dopo. Non ce la facciamo più a parlare di queste situazioni che diventano molto antipatiche!”.

Era stato proprio Juan Jesus a denunciare l’accaduto con una story su Instagram, dove aveva pubblicato lo screenshot dei messaggi ricevuti. La Roma aveva a sua volta utilizzato i propri canali social per rendere nota la sua ferma presa di posizione.

“Abbiamo segnalato l’account alla Polizia e a Instagram”, aveva scritto il club giallorosso, “la persona responsabile sarà daspata a vita dalle partite della Roma”.