Insulti social alla finalista italiana di Miss Mondo: "Sei passata solo perché sei lesbica"

·2 minuto per la lettura

L’insulto meno violento è “sei passata solo perché sei lesbica”, ma ci sono frasi ben più aggressive che hanno intasato la pagina Facebook “Le perle degli omofobi”, il diario pubblico di Erika Mattina, finalista di Miss Mondo Italia, e Martina Tammaro, le due fidanzate di Arona in provincia di Novara che da diverso tempo hanno deciso di condividere la loro vita di coppia omosessuale sul web. Lo hanno fatto soprattutto per denunciare la violenza e il pregiudizio che le circonda, ed hanno raccolto decine di migliaia di followers: la pagina è diventata molto popolare non solo per la storia privata delle due ragazze ma anche e soprattutto per le battaglie a sostegno dei diritti delle persone Lgbt.

Sulla loro pagina Martina ha pubblicato con grande gioia la notizia che la sua compagna è stata selezionata tra le 25 finaliste del concorso di bellezza di Miss Mondo Italia. “Non potete capire - spiega Martina - la felicità che ho provato quando Erika mi ha chiamata con le lacrime agli occhi e mi ha detto ‘sono passata’. Sono così fiera di lei, in una maniera indescrivibile”.

Sulla pagina però, subito dopo l’annuncio, sono piovuti a centinaia gli insulti e le ingiurie. “Sono più tutelati i ghiei (sic) che le persone normali”; “Come fa una lesbica dichiarata a fare le selezioni per miss mondo? Assurdo, dove stiamo arrivando”. Senza contare le espressioni volgari e le allusioni. Martina dal canto suo continua a sostenere la fidanzata, che definisce “una donna incredibilmente coraggiosa e forte, semplicemente una leonessa”.
La finale della selezione italiana di Miss Mondo si terrà il 26 settembre: in questi giorni le finaliste dovranno sostenere una serie di prove in base alle quali otterranno un punteggio che determinerà la classifica finale. Erika va avanti nonostante gli insulti. “Tu sai quanto vali - dice Martina rivolgendosi direttamente alla compagna - e sai che hai e avrai sempre un sacco di persone dalla tua parte”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli