L'Intelligenza artificiale può prevedere il successo di un attore

[Getty]

Una volta c’erano i talent-scout, quelle figure che da dietro le quinte dello show business erano capaci di indovinare chi tra gli aspiranti artisti - attori, ballerini, cantanti, musicisti - aveva la stoffa per diventare qualcuno. Ora, capire se quel tipo di futuro potrà essere roseo, ci pensa la matematica.

Nello specifico ci pensa per gli attori, utilizzando due delle frontiere tecnologiche più in auge in questo momento storico: i dati e l’intelligenza artificiale. A dirlo è uno studio apparso sulla rivista Nature Communications, realizzato dal gruppo dell'Università Queen Mary di Londra.

Un altro ingrediente essenziale per prevedere il successo di un attore, secondo lo studio, è Internet Movie Database. O, come è più noto agli appassionati di cinema, IMDb, cioè l’immenso archivio digitale on line su tutto quel che riguarda l’arte del grande schermo a livello mondiale. IMDb raccoglie di dati relativi alla carriera di circa due milioni e quattrocento mila attori, divisi in un milione e mezzo di uomini e novecento mila donne e attivi dalle origini del cinema al 2016.

Quello sterminato patrimonio è stato analizzato dall’intelligenza artificiale, che ha permesso di individuare l’anno più produttivo nella carriera di un attore e di valutare se la la sua carriera sia giunta o meno al suo apice. Ciò avviene, secondo lo studio, con un’accuratezza prossima all'85%. Dai dati emersi dall’analisi,"l'annus mirabilis” di cui abbiamo appena detto si verifica molto spesso all’inizio dell’attività da attore.

Lo studio aggiunge materia alla riflessione sul tema dello sviluppo dell’intelligenza artificiale, spingendo a chiedersi se un giudice di quel tipo possa sostituire la sensibilità tutta umana nel valutare il talento di un attore e nel predirne gli eventuali successi. Per qualcuno la risposta - positiva - potrebbe riguardare il ruolo di un giudice disinteressato come sarebbe l’intelligenza artificiale, scevra da ogni tipo di condizionamento. Magari gli aspiranti attori, evitando di farsi illusioni, potrebbero evitarsi la fatica (talvolta umiliante) di cercare spinte e aiutini di vario tipo.