Inter, Conte: "Corriere dello Sport? Grande mancanza di rispetto"

Antonio Conte dopo il pareggio contro la Fiorentina: "Dispiace perché meritavamo di più, sia stasera che contro il Barcellona".

L'Inter non riesce a tornare a Milano con i tre punti in tasca dallo stadio Artemio Franchi. La Fiorentina ha riacciuffato i nerazzurri nei minuti di recupero, con la rete di Vlahovic.

Nel post-partita Antonio Conte ha parlato a 'Sky Sport', partendo proprio dalla disamina della partita di questa sera.

"Con il Barcellona abbiamo pagato a caro prezzo il fatto di non aver segnato il secondo goal. Secondo me da queste due ultime partite abbiamo raccolto meno di quello che meritavamo. Dispiace perché sono convinto che meritavamo qualcosa in più. Detto questo, però, bisogna cercare di migliorare in tutte le situazioni".

"Con la Roma, con il Barcellona e con la Fiorentina io non posso recriminare nulla sull'impegno e la determinazione dei ragazzi. Per me si tratta di un percorso di crescita, dove bisogna avere pazienza. Se poi pensiamo che dobbiamo vincere per forza ogni partita perché ci chiamiamo Inter, siamo fuori strada".

Dopo l'analisi della partita, e anche di quella precedente, Antonio Conte risponde con toni forti alla polemica relativa al Corriere dello Sport e alla conseguente conferenza annullata dall'Inter.

"La conferenza annullata? C'è stata una grossa mancanza di rispetto, c'è un avvocato dell'Inter che sta analizzando tutto. Bisogna porre a tutto un freno: una volta ci facciamo ridere da tutto il mondo per le accuse di razzismo, poi si pubblica una lettera di Mihajlovic un giorno prima della conferenza di Sinisa, adesso questo, basta. L'ODG e l'USSI vogliono le mie scuse? Ma stiamo scherzando, mancano di rispetto nei miei confronti e devo anche chiedere scusa..."

Infine il tecnico nerazzurro ringrazia anche i suoi giocatori per lo sforzo delle ultime settimane.

"Stiamo parlando di alcuni ragazzi che stanno giocando sempre, è normale che paghiamo qualcosa anche a livello di stanchezza. Anzi io posso solo ringraziare questi giocatori. Questo di Firenze è tra l'altro un campo difficile, con un clima caldo".