Inter-Tottenham, le pagelle: de Vrij perfetto, male Nainggolan

L'olandese gioca una grande gara difensiva ed è prezioso nel 2-1. Icardi si riscatta, così così Perisic, male Candreva. Nel Tottenham delude Kane.

INTER

HANDANOVIC 6: Si distingue per alcuni interventi importanti, specialmente nel primo tempo. Sul goal di Eriksen si fa sorprendere, ma è anche sfortunato.


SKRINIAR 6: A destra non è a suo agio, e si vede. Tuttavia riesce a fare buona guardia, seppur non fornendo spinta. Ma c’era da aspettarselo.

DE VRIJ 7: Prestazione perfetta per il centrale nerazzurro, sempre più leader del reparto difensivo. Determinante anche con la sponda per il goal-partita di Vecino.

MIRANDA 6: Sfortunato in occasione della deviazione che costa all’Inter lo svantaggio, per il resto disputa una gara sufficiente.

ASAMOAH 6.5: Contiene Son senza faticare più di tanto e nel finale trova anche la lucidità per disegnare un cross perfetto che Icardi trasforma poi nel goal dell’1-1.

VECINO 6.5: Gioca una gara insufficiente ma, ancora una volta, è la sua deviazione sotto-porta in “Zona Cesarini” a cambiare le serate dell’Inter. Decisivo.

BROZOVIC 5.5: Ancora un’altra partita no. Nel primo tempo si vede poco, nella ripresa prova a fare di più ma sbaglia troppo.

POLITANO 5.5: Timido nel primo tempo, un po’ più intraprendente nella ripresa quando comunque non riesce ad incidere. (72’ KEITA 5.5: Non fa meglio del compagno. Ancora fuori fase).

NAINGGOLAN 5: Non è il solito ‘Ninja’: soprattutto nella ripresa appare stanco e fatica a dare continuità al pressing e ai suoi proverbiali inserimenti (89’ BORJA VALERO S.V.)

PERISIC 6: Sbaglia qualche appoggio di troppo, è vero, ma è uno dei pochi a provarci e a prendere l’iniziativa personale, quando il pallone sembra scottare tra i piedi di tutti i compagni. Spalletti lo sostituisce un po’ a sorpresa. (64’ CANDREVA 5: Impatto negativo sulla gara. un suo cross da sinistra risulta imbarazzante, a dieci minuti dalla fine spedisce alto un pallone buono per trovare l’1-1).

ICARDI 6.5: Invisibile per 85 minuti, durante i quali sbaglia anche qualche appoggio di troppo. Nel momento decisivo, però, si inventa un goal capolavoro per bagnare nel migliore dei modi il suo tardivo esordio in Champions League.

TOTTENHAM

VORM 6: Poco impegnato, non può nulla sulle due reti nerazzurre.

AURIER 6.5: Tanta corsa per il laterale ivoriano, tra i  migliori in campo in casa ‘Spurs’.

SANCHEZ 6: Nel primo tempo è perfetto, nella ripresa – quando l’Inter inizia a spingere un po’ – inizia a faticare.

VERTONGHEN 5.5: Meno preciso di altre volte, nel primo tempo perde un pallone sulla linea di fondo che per poco non diventa sanguinoso.

DAVIES 6: Si limita al compitino, forse avrebbe potuto osare di più.

DEMBELE’ 6: Tanta quantità in mezzo al campo, appare però meno lucido del solito.

DIER 6.5: Metronomo ordinato, agisce da vertice basso del rombo di centrocampo non facendo mancare ai suoi compagni anche un importante apporto in fase di interdizione.

ERIKSEN 6.5: Il primo goal, seppur un po’ fortunoso, nasce dalla sua qualità e dalla sua determinazione. Un lampo in una gara non eccelsa, ma comunque giocata meno peggio di altri compagni.

LAMELA 5: Entra fortuitamente nell’azione che porta al goal di Eriksen ma per il resto della gara vivacchia, latita e ha pure il demerito di fallire un’ottima occasione per il 2-0. (72’ WINKS 5.5: Non si vede mai)

KANE 5: Controfigura sbiadita del bomber implacabile ammirato lo scorso anno: nella ripresa prova ad arretrare il raggio d’azione per aiutare la squadra ma con poco profitto. (89’ ROSE S.V.)

SON 5.5: Forse ancora provato dalle fatiche asiatiche, raramente entra nel vivo dell’azione e quando lo fa non sa essere. (64’ LUCAS 5.5: Una buona iniziativa che per poco non vale il goal dello 0-2 e poco altro).