Intercettazioni, Bonafede: accordo su rinvio, in vigore il 2/3

Luc

Roma, 19 dic. (askanews) - "L'impianto della norma Orlando viene corretto nelle parti in cui in passato eravamo stati distanti. Secondo l'accordo di massima, entrerà in vigore il 2 marzo, si fa un piccolo rinvio e si modifica la disciplina". Lo ha detto il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, al termine del vertice di maggioranza parlando dell'accordo raggiunto sulle intercettazioni.

"E' un accordo di massima - ha precisato - tutte le forze politiche vogliono poter esaminare la norma domani perché c'è la possibilità di arrivare sabato in consiglio dei ministri con un rinvio al 2 marzo e la modifica della norma: la maggioranza si dimostra compatta su un tema molto delicato come quello delle intercettazioni e potrebbe arrivare ad approvarlo già sabato in Cdm: la volontà è questa".

"L'approvazione dopodomani sarebbe un ulteriore risultato importante", ha sottolineato il guardasigilli spiegando che la norma sulle intercettazioni sarà inserita probabilmente nel decreto milleproroghe: "Ci sono verifiche in corso anche da parte dei tecnici: l'idea è di inserire un rinvio fino al primo marzo e stabilire che entrerà in vigore la legge così come corretta stasera".