Intercettazioni, Bordo (Pd): ora basta rinvii per nuova legge

Gal

Roma, 24 giu. (askanews) - "Questo decreto aiuter la giustizia a ripartire dopo lo stop per l'emergenza sanitaria. La pandemia ha sconvolto le vite di tutti noi e bloccato il paese per diverse settimane, anche la macchina della giustizia stata costretta a fermarsi. E' stato necessario prorogare il termine dell'entrata in vigore della legge sulle intercettazioni che doveva entrare in vigore il 1 maggio: dico chiaramente che per quanto ci riguarda non accetteremo altri rinvii che sarebbero sbagliati. Per il Pd la legge approvata a fine febbraio un buon punto di equilibrio tra l'esigenza di accertare i reati, anche con l'uso delle intercettazioni, e quella altrettanto importante di garantire la privacy delle persone sottoposte a indagini". Lo ha detto Michele Bordo, vice capogruppo del Pd durante le dichiarazioni di voto alla Camera sul decreto intercettazioni.

"Si fatta molta propaganda sulle scarcerazioni dei mafiosi - ha detto ancora Bordo -, ci che avvenuto certamente molto grave ma la responsabilit non del governo, non ci sono cedimenti alla criminalit, questa una ridicola affermazione".

"Questo provvedimento introduce anche una norma primaria per l'app Immuni - ha concluso - secondo noi il governo dovrebbe investiere di pi per consentire a quanti pi cittadini di utilizzarla. Credo molto a questo strumento per aiutare lo Stato nella lotta al Covid".