Interessi della mafia su lavori fibra ottica in Sicilia, 6 arresti

red/cro

Roma, 9 mar. (askanews) - A conclusione di un´articolata e complessa attività investigativa, con un'operazione chiamata "Capolinea" a Enna la polizia ha arrestato 6 persone per associazione di stampo mafioso ed estorsione aggravata.

Le indagini dei polizotti della squadra mobile di Enna, in collaborazione con quella di Catania, hanno fatto luce sull'interesse della criminalità organizzata ennese per i lavori di posa della fibra ottica nelle province di Siracusa, Catania e in alcuni quartieri della città etnea.

L´attività investigativa ha accertato l´esistenza di collegamenti tra una famiglia ennese appartenente a Cosa Nostra e le organizzazioni mafiose riconducibili ai clan Cappello-Bonaccorsi e Santapaola-Ercolano, attive nel catanese e nei paesi etnei.

E' emerso come i referenti territoriali locali delle associazioni criminali, in concorso con un referente della famiglia di Enna appartenente a Cosa Nostra, sottoponevano ad estorsione un imprenditore titolare della ditta aggiudicataria dei lavori di posa della fibra ottica.