Internazionale Kids a Reggio Emilia: un weekend da tutto esaurito

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 17 set. (askanews) - Si è conclusa ieri con tutti gli eventi sold out la prima edizione di Internazionale Kids a Reggio Emilia - il festival organizzato dalla rivista diretta da Giovanni De Mauro, con il Comune di Reggio Emilia - e già si inizia a lavorare alla prossima edizione che si terrà sempre nella città emiliana a giugno 2022.

Questa edizione del primo festival di informazione per bambine e bambini ha animato i chiostri di San Pietro e negli spazi circostanti con più di 40 eventi gratuiti e con oltre 20 ospiti. Una manifestazione che ha registrato la partecipazione di circa 7.000 presenze nel complesso monumentale.

Tre giorni di incontri, dibattiti e scoperte in cui si è parlato di razzismo, sport, ambiente, femminismo e molto altro con giornalisti, scrittori, esperti, illustratori e fotografi in un formula tutta nuova, pensata per giovani partecipanti.

La prima edizione, nell'anno zero del festival di Internazionale Kids - ha detto l'assessora alla Cultura Annalisa Rabitti - è stata intensa ed emozionante, ricca scambi e di esperienze inaspettate".

"La prima edizione di Kids a Reggio Emilia è stata una conferma di quello che noi già immaginavamo e cioè che non ci sono argomenti di cui non si può parlare a bambini e bambine", ha dichiarato Martina Recchiuti, caporedattrice del mensile Internazionale Kids. "Lettrici e lettori anche piccoli, c'erano lettori molto giovani, hanno accolto con grande entusiasmo e partecipazione gli incontri su temi importanti come femminismo, razzismo, ambiente, insieme ai laboratori per costruire poster e cucinare merende sane. Siamo molto contenti perché siamo riusciti da una parte a portare dal vivo un giornale che in questi 2 anni è stato un laboratorio che ci ha insegnato che non esistono confini nel campo dell'informazione e dall'altra a far incontrare la comunità di lettori e lettrici".

Per tre giorni i chiostri sono stati "occupati" da bambine e bambini che hanno preso la parola, sono intervenuti, hanno condiviso partecipazione sui temi d'attualità per un volta prendendo il posto degli adulti. Un riuscito ricambio generazionale sull'informazione ha caratterizzato il festival della rivista Internazionale Kids. Tra gli appuntamenti più apprezzati quello con la scrittrice afrodiscendente Espérance Hakuzwimana Ripanti, che ha raccontato le origini del movimento Black Lives Matter alle più piccole e ai più piccoli. Quello con la giornalista Giulia Blasi che ha spiegato perché è necessario combattere il patriarcato fin da giovanissimi e perché la parità di genere rende tutte e tutti più liberi; l'approfondimento sulla crisi climatica con l'entomologo e eco-narratore Gianumberto Accinelli, il punto sull'Afghanistan con Catherine Cornet nonché i laboratori sui poster di protesta con Teresa Sdralevich e quello sulla calligrafia nipponica con Yoshi Terao; l'incontro con il direttore di Internazionale Giovanni de Mauro dedicato a illustrare i trucchi del mestiere per realizzare il giornalino della scuola; l'intervista su attivismo e politca con la vice presidente della Regione Emilia Romagna, Elly Schlein e l'appuntamento con il gruppo musicale La Rappresentante di Lista e il loro viaggio attraverso la musica pop che ha contribuito a cambiare la società.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli