**Internet: Osho, 'da Scanzi a Gruber, moralismo può essere arma a doppio taglio'** (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Una censura dei contenuti basata sul 'politically correct' lo preoccupa, e Osho fa una lucida analisi: "Credo che ci sia una sorta di morale comune, che è in ossequio al politicamente corretto, che è più artificiale dell'algoritmo – osserva – In Commissione Europea hanno addirittura stilato un glossario, alcune parole sono tabù e vedo ogni giorno cose che mi lasciano esterrefatto". Alcuni esempi? "Film che hanno fatto la storia, cartoni animati della nostra infanzia, tipo 'Dumbo'…Dumbo politicamente scorretto? Sembra un ossimoro, è una delle figure più rassicuranti dell'infanzia", scandisce Palmaroli.

Ma c'è "molta bravura nell'intortare, e c'è molta gente che si lascia abbindolare da queste regole. Se tu fai una satira 'non delicata' nei confronti di qualche categoria, parte subito l'indignazione", dice il vignettista. Che chiude con un piccolo 'affondo': "Per fortuna, negli ultimi tempi abbiamo visto diversi esempi di moralizzatori che diventano moralizzati, e abbiamo visto sgretolarsi diversi pulpiti di cristallo che alcuni si erano costruiti. Penso a Scanzi, penso alla Gruber che aveva fatto quella contestazione molto forte alla Boschi per quel bacio senza mascherina e poi anche lei è stata colta in fallo. E' sempre bene, a meno che non ti possa considerare irreprensibile, fare un passo indietro prima di dare un giudizio".

(di Ilaria Floris)