Intervistati i genitori del Commissario Tecnico Mancini :"Roberto se lo sentiva che avrebbe vinto i Campionati Europei"

·2 minuto per la lettura
genitori mancini p1
genitori mancini p1

Aldo e Marianna, i genitori del CT della Nazionale appena laureatosi campione d’Europa, intervistati da Ansa, si mostrano orgogliosi per l’impresa Azzurra. Un trionfo “sofferto”, in cui solo un uomo credeva davvero fin dall’inizio.

Con la vittoria in finale ai danni della padrona di casa Inghilterra, l’Italia si è laureata per la seconda volta nella sua storia Campione d’Europa, facendo esplodere di gioia nelle piazze e davanti alla TV, milioni di italiani.

La grande emozione

Tra i più emozionati ci saranno stati certamente Marianna e Aldo Mancini, per l’occasione intervistati da Ansa. I genitori del CT Roberto, forse il protagonista principale della splendida cavalcata azzurra, raccontano come hanno vissuto quest’ultimo mese e in particolar modo la serata della finale.

“Dopo il gol degli inglesi quasi non ci speravo più”, non si nasconde mamma Marianna, che però afferma di non aver mai perso fiducia nei confronti del figlio: ”Roberto se lo sentiva che avrebbe vinto i campionati Europei, e da madre, me lo sentivo un po’ anche io”.

“’E stata un’emozione bella forte”, continua Aldo, il papà, “la cosa più bella è che Roberto ha fatto felici 55 milioni di italiani”.

Tra passato e futuro

Non mancano nemmeno i riferimenti all’infanzia dell’allenatore della nostra Nazionale: ”Roberto ha sempre amato il calcio, sin da quando aveva cinque anni. Ha fatto un lavoro che gli piaceva. Sapevamo avrebbe fatto l’allenatore perché ce l’aveva proprio nel sangue”.

Questo nonostante qualche esitazione iniziale da parte della mamma: “Ero titubante a farlo andare fuori, quando era ragazzino. Ero un po’ arrabbiata con lui perché andava via di casa! Il padre gli ha dato una grossa spinta in quel periodo e alla fine hanno avuto ragione loro!”.

Ora sarà di certo perdonato, il CT Mancini, e non solo perché si è dimostrato, ancora una volta, un allenatore vincente, ma soprattutto per quello che più conta per qualsiasi genitore: “Ha un buon carattere, è molto amico delle persone. Roberto non vede la cattiveria, dà fiducia a tutti.”

Una chiusura con lo sguardo proiettato in avanti, sugli obiettivi futuri, e papà Aldo rilancia: “Ora attendiamo i Mondiali…”

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli