Intesa Sanpaolo e Mastercard insieme per pagamenti no hardware

Intesa Sanpaolo e Mastercard insieme per pagamenti no hardware

Milano, 6 nov. (askanews) – Accettare pagamenti solo attraverso uno smartphone e una app: è stata presentata a Milano “Tap on Phone”, la prima soluzione sperimentale in Italia “no hardware” per le attività commerciali. Un progetto di Intesa Sanpaolo e Mastercard che ha ricevuto il battesimo al Salone dei Pagamenti, nello stand del gruppo bancario, dove è stato anche possibile fare donazioni al Banco Alimentare mettendo alla prova proprio la nuova app.

Raffaella Mastrofilippo, responsabile Prodotti transazionali e Piattaforme di payment di Intesa Sanpaolo, ci ha presentato il progetto. “Semplicemente con il mio smartphone e la mia app – ha detto ad askanews – posso accettare tutte le forme di pagamento digitale. Questa è una sperimentazione che stiamo svolgendo, primi in Italia, insieme a Mastercard, nel quale non serve più hardware aggiuntivo, basta solo lo smartphone. Ed è un progetto in linea con la strategia di permettere un’accettazione sempre più diffusa, in qualunque canale, sia in mobilità sia in negozio sia nei canali online per il nostro merchant”.

La app “XME Commerce” accetta pagamenti con carte contactless e digital wallet, e consente anche di emettere una ricevuta che viene inviata, ovviamente in formato elettronico, al cliente. “Il mondo – ha aggiunto Raffaella Mastrofilippo – è il pagamento digitale. Dobbiamo aumentarne la cultura e questo avviene quotidianamente con la possibilità di utilizzarlo in modo anche facile, veloce, sicuro, in tutte le attività più quotidiane, per esempio nella mobility”.

“Tap on Phone” nasce grazie alla collaborazione strategica con Mastercard, rappresentata da Antonio Di Meo, Vice president e Account manager per l’Italia. “Mastercard – ci ha detto – ha in questa industry il ruolo di motore e abilitatore dell’innovazione, attraverso i propri network, la propria tecnologia, in grado di veicolare e abilitare sui propri partner l’innovazione. Questo è un bellissimo e classico esempio di successo”.

E come obiettivo finale per la banca c’è quello di offrire soluzioni innovative alla propria clientela, anche a quella professionale. “Essere vicini al nostro cliente, per offrirgli delle soluzioni che possono essere poi dei punti per continuare il colloquio verso il cliente. La app – ha concluso Raffaella Mastrovito – è un punto chiave, il mobile è un punto chiave”.

E il Salone dei Pagamenti si conferma essere il luogo dove la tecnologia e i servizi finanziari trovano ogni anno vie verso il futuro.