Intesa Sp: green bond record nel 2019 in eurozona, 2020 in aumento

Rar

Milano, 25 feb. (askanews) - Le emissioni di green bond dell'area euro hanno segnato un nuovo record nel 2019: l'ammontare emesso nel corso dell'anno ha raggiunto 170 miliardi di euro, in aumento del 50% rispetto all'anno precedente, con lo stock in circolazione di titoli green a livello globale pari a 566 miliardi a fine gennaio 2020. Il mercato appare in ulteriore forte crescita: nel solo mese di gennaio di quest'anno sono stati collocati sul mercato titoli per 20 miliardi, pari al 75% di quanto emesso nel primo trimestre 2019. E' quanto si legge nel nuovo report sui green bond predisposto dalla Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo che prevede prospettive di ulteriore espansione per le emissioni governative green dell'area euro nel 2020.

Le emissioni green di titoli governativi rappresentano solo il 9% di tutto l'ammontare in circolazione e hanno una storia più recente, iniziata con la prima emissione da parte della Polonia nel dicembre 2016. Oggi, su un totale di 50 miliardi di titoli governativi in circolazione a livello globale, 21 miliardi sono rappresentati dall'Oat francese (emesso nel 2017 e successivamente riaperto sette volte), mentre 23 miliardi sono costituiti dalle emissioni governative dell'Olanda, del Belgio, dell'Irlanda e della Polonia.

Nell'Eurozona, le previsioni per il 2020 sono di una ulteriore espansione del mercato governativo di green bond, dato l'ingresso di nuovi emittenti e l'incremento della spesa dedicata agli investimenti verdi. Il Green New Deal, approvato dal Parlamento Europeo a metà gennaio, si pone come obiettivo l'azzeramento dell'impatto climatico entro il 2050 e richiede la mobilitazione di nuove risorse pubbliche e private da parte degli stati membri.