Intesa tra Regione Lombardia e Water Alliance su emergenze idriche

Asa

Milano, 28 ott. (askanews) - Regione Lombardia e Water Alliance - Acque di Lombardia, la rete delle otto aziende pubbliche del servizio idrico lombardo, hanno firmato un protocollo di intesa tra Regione Lombardia e Water Alliance sulla gestione delle emergenze idriche. L'accordo definisce un percorso comune che prevede azioni di diversa natura in materia di protezione civile e di emergenze di carattere idropotabile. Nel protocollo vengono citati diversi obiettivi: massimizzare le sinergie, le collaborazioni e lo scambio di informazioni per le attività di protezione civile per le emergenze di carattere idropotabile sia nel territorio lombardo, che in quello extra regionale nel caso di emergenze di protezione civile di livello nazionale; promuovere congiuntamente la diffusione della cultura di protezione civile per la cittadinanza lombarda; collaborare reciprocamente per la realizzazione di percorsi formativi dedicati ai funzionari e volontari di protezione civile e agli operatori delle società rappresentate da Water Alliance-Acque di Lombardia.

Tra le azioni da avviare, particolare attenzione è rivolta alla formazione: è stata questa l'occasione lanciare "Una squadra per le emergenze", il primo corso in materia di Protezione Civile dedicato ai tecnici di acquedotto e fognatura delle aziende di Water Alliance e presentare il percorso formativo di questo progetto. Hanno partecipato all'evento, Paolo Franco Cons. regionale Comm. Ambiente e Protezione Civile e Presidente Uniacque e Pietro Foroni, Assessore Territorio e Protezione Civile, Regione Lombardia, che hanno introdotto l'incontro, Domenico De Vita, U.O. Protezione civile e responsabile per la diffusione della cultura che ha illustrato il ruolo e il lavoro dell'Organizzazione.

"Il valore aggiunto delle società in house, come quelle che compongono Water Alliance, è quello di poter portare il proprio know-how e la propria esperienza anche al di fuori dei confini del proprio territorio di competenza e di poter agire prontamente offrendo il proprio contributo a servizio di situazioni di difficoltà in cui si richiedono interventi di protezione civile e di salvaguardia delle popolazioni locali. In questo, la cabina di regia di Regione Lombardia è fondamentale per organizzare e comunicare al meglio questo tipo di interventi", ha commentato Paolo Franco, Consigliere regionale Commissione Ambiente e Protezione Civile e Presidente Uniacque.

"Il pronto intervento e la prevenzione sono i due cardini su cui ruota il nostro sistema di Protezione civile, ambedue necessari per affrontare le calamità che, nonostante tutto l'impegno per evitarle, si abbattono prima o poi, inevitabilmente, sul nostro territorio. Regione Lombardia sta quindi sviluppando una serie di politiche per migliorare al massimo il sistema di pronto intervento, e perciò dobbiamo essere formati. Il protocollo firmato oggi, e del quale sono orgoglioso, si inserisce a pieno titolo in questa politica" ha aggiunto Pietro Foroni, Assessore Territorio e Protezione Civile di Regione Lombardia.