Intesa-Ubi: Banca Monte di Lombardia, 'ops può danneggiare area Milano-Pavia'

Intesa-Ubi: Banca Monte di Lombardia, 'ops può danneggiare area Milano-Pavia'

Milano, 26 feb. (Adnkronos) – La Fondazione Banca del Monte di Lombardia, tra i principali azionisti di Ubi banca con il 4,9%, valuta negativamente l'ops di Intesa Sanpaolo che, a suo dire, danneggerebbe anche il tessuto socio-economico dell'area di Milano-Pavia. In un a nota, il cda della Fondazione, sotto la presidenza di Aldo Poli, spiega di aver esaminato l'offerta spiegando di ritenerla "negativa sui suoi interessi economico-finanziari, istituzionali e strategici".

L'operazione, "tendendo ad assorbire e far estinguere del tutto la banca, al cui sviluppo e al cui successo la Fondazione ha contribuito in modo determinante, può provocare gravissimi effetti socio-economici all’area di Milano-Pavia, sia sul piano della concentrazione bancaria che, come noto, non favorisce il tessuto socio-economico a favore preminente di Intesa (e dei suoi azionisti di riferimento), sia sul piano della tutela dei tanti dipendenti e delle loro famiglie di Ubi che sono concentrati sull’area, come noto territorio storico di riferimento della Fondazione, attiva dalla fine del Quattrocento".

L'auspicio di Poli è che Intesa San Paolo "possa riconsiderare la propria iniziativa anche nell’ottica degli interessi sociali coinvolti, peraltro in coerenza alla storia della prima banca italiana e dei suoi principali azionisti, essi pure enti fondazionali attenti agli interessi generali e alla sostenibilità, nonché tenendo conto del delicato contesto che la Lombardia oggi sta vivendo”.