Intossicazione al pranzo di Natale: un morto e decine di ricoverati

intossicazione pranzo di natale

È di un morto e decine di ricoverati per sospetta intossicazione il bilancio del pranzo di Natale organizzato dall’amministrazione comune di Ripi. Il comune si è affidato ad un servizio di catering ma qualcosa sembra non essere andato per il verso giusto: nella giornata di lunedì sono iniziati i malori. Un uomo di 87 anni è deceduto e decine di persone sono state ricoverate a Frosinone per una sospetta intossicazione.

Intossicazione al pranzo di Natale

Un uomo di 87 anni è morto e decine di persone sono finite in ospedale per sospetta intossicazione alimentare. Tutti aveva partecipato domenica al pranzo di Natale organizzato dall’amministrazione comunale di Ripi, un comune della Ciociaria. Carabinieri e Asl hanno avviato un’indagine in merito mentre sono state rese note le generalità della vittima: si tratta di Sossio Celli, pensionato molto conosciuto in paese.

I malori dopo il pranzo

Stando a quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, il pranzo si sarebbe svolto domenica all’interno della palestra comunale. Per la preparazione delle pietanze l’amministrazione comunale si è affidata ad una società di catering, ma qualcosa non è stato svolto correttamente. Al momento conviviale hanno partecipato circa 300 persone e nella mattinata di lunedì sono iniziati i primi malori: almeno 30 persone hanno accusato dissenteria, crampi allo stomaco e nausea. L’87enne si è recato al pronto soccorso dopo aver iniziato ad accusare i primi sintomi, ma è morto qualche ora dopo al pronto soccorso.

Indagini in corso

Al momento i sospetti sono tutti concentrati sulla preparazione del pranzo e gli inquirenti sono al lavoro per fare chiarezza sull’eventuale reale correlazione tra le pietanze consumate domenica e i malori. La famiglia della vittima ha sporto denuncia contro ignoti e chiede giustizia per la morte del congiunto. Il sindaco di Ripi, anch’egli presente al pranzo, ha già contattato il ristorante per chiedere chiarimenti.