Invasione di cavallette: caos e panico nella città

invasione cavallette las vegas

Una vera e propria invasione quella che sta affrontando la città americana di Las Vegas, in Nevada. Infatti, la famosa località turistica statunitense si ritrova completamente attaccata dalle cavallette. Un fenomeno atipico che riporta alla memoria l’ottava delle dieci piaghe che colpirono l’Egitto nella Bibbia. In questo caso, però, non v’è alcuna punizione celeste, ma una ragione scientifica ben precisa.

Infatti, in questo periodo dell’anno le cavallette abbandonano l’aridità ed il caldo del deserto per migrare in località umide ed adatte al proprio habitat. Solitamente, le cavallette non si fermano a Las Vegas e procedono verso nord. I pazzi cambiamenti climatici di cui siamo protagonisti negli ultimi anni, però, ha trasformato la famosa città del divertimento in un luogo molto umido, favorendo lo sbarco delle locuste.

L’invasione delle cavallette

Las Vegas è completamente invasa dalle cavallette: le facciate degli edifici, i marciapiedi e persino gli hotel sono ricoperti dalle locuste. A spiegare questo fenomeno a CNN è l’entomologo Jeff Knight. Secondo il capo dipartimento dell’Agricoltura del Nevada, quest’invasione è la più grande degli ultimi decenni, nonostante fenomeni simili si sono verificati anche negli ultimi anni.

Quello che tranquillizza gli abitanti e i turisti è la natura di questi animali: non sono pericolosi, non mordono e soprattutto non portano malattie. Il dato che più fa scalpore viene riportato dal meteorologo Allison Chinchar: “Il numero di cavallette è così alto, che inizialmente dai radar l’abbiamo confuso con una perturbazione atmosferica”. Incredibili i radar meteo mostrati dai meteorologi: una grossa nuvola sembrava dovesse arrivare a Las Vegas, mentre invece era l’ondata di cavallette.