Investire in fondi ESG e SRI conviene davvero?

webinfo@adnkronos.com

Milano, 10 febbraio. Fondi ESG e SRI sono molto in voga nel settore del risparmio gestito, dove l’investimento sostenibile è uno dei trend del momento. Spesso però le caratteristiche di questi prodotti non sono chiare per il risparmiatore, a cui vengono presentati come investimenti etici e redditizi anche quando le cose non stanno sempre così. 

Cosa significa investire in ESG e SRI 

L’ESG (acronimo di Environmental, Social and Governance) è il cosiddetto rating di sostenibilità, che certifica la solidità di un titolo, fondo o emittente in base alle performance sociali, ambientali e di gover-nance.  

Quando si parla di ETF e fondi ESG si fa quindi riferimento a strumenti finanziari che adottano, almeno in teoria, un approccio socialmente responsabile. Come? Selezionando titoli di Stati o azioni di società che mostrano, sulla carta, comportamenti lodevoli rispetto a determinati temi sensibili. 

Nello specifico tra le tematiche considerate ci sono: cambiamenti climatici, inquinamento dell’aria, politi-che di genere, diritti umani e standard lavorativi. Ma anche le pratiche di governo societarie, incluse deontologia, composizione del consiglio di amministrazione e politiche di retribuzione dei manager.  

I fondi SRI (Sustainable and Responsible Investment) rispondono ai criteri ESG con l’aggiunta di ulteriori parametri valutativi. Hanno infatti la particolarità di escludere i titoli ritenuti inadeguati dal punto di vista etico, ad esempio quelli legati ad armi, tabacco e alcol. 

I fondi ESG ed SRI sono considerati fondi etici e vengono spesso proposti da reti di vendita ed intermediari come prodotti particolarmente remunerativi. Di recente sono state condotte alcune ricerche con l’obiettivo di dimostrare che investimenti ESG e SRI portano rendimenti migliori rispetto ai comuni prodot-ti finanziari. 

Ma è sufficiente guardare l’andamento dei mercati per capire che le cose non stanno così. Basti pensare ai tanti fondi ed ETF legati al settore dell’energia rinnovabile che nel 2008 hanno subito perdite persino oltre il 70%. E anche nel 2018 le performance sono state scoraggianti: solo pochi ETF e fondi ESG e SRI con rating elevato hanno chiuso in positivo. 

Quanto detto non significa che investire in fondi ESG o SRI sia sbagliato, anzi si tratta di una scelta com-prensibile e che rivela un approccio socialmente responsabile da parte del risparmiatore. Tuttavia, prima di sottoscrivere un prodotto di questo genere andrebbero fatte delle considerazioni che vanno ol-tre i buoni propositi e le brochure di presentazione. E valutare questi strumenti se ben si adattano al pro-filo del cliente guardando agli investimenti complessivi e considerandoli un “mattone” dell’investimento complessivo e non certo la soluzione.  

Perché scegliere la consulenza finanziaria indipendente di SoldiExpert SCF 

Solo un esperto del settore finanziario scevro dal conflitto di interessi può guidare l’investitore nella scelta del prodotto adatto alle sue esigenze. E il consulente finanziario indipendente è l’unico che risponde a questo identikit. 

A differenza dei promotori finanziari (oggi denominati consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede), il consulente indipendente non ha alcun vantaggio nel proporre un prodotto piuttosto che un altro. Non è legato a banche o reti di vendita e per legge non percepisce retrocessioni né incentivi di sorta. 

Facile comprendere che molte banche e reti si sono buttate a capofitto sul discorso ESG perché può esse-re l’ennesima storia “bella” da raccontare e con la scusa vendere prodotti spesso molto cari (anche il 2-3% di commissioni annue di cui una buona parte vengono retrocesse alla banca e rete di vendita) mentre sul mercato un consulente indipendente può consigliare magari strumenti con costi anche dell’80% inferiori e con un approccio magari attivo e flessibile. E molte banche e reti che si gonfiano ora il petto parlando di ESG è discutibile se lo sono esse stesse ESG nei confronti dei loro clienti per esempio come trasparenza fornita.  

Pionieri italiani nel settore della consulenza finanziaria indipendente e basata sulla Rete, i consulenti di SoldiExpert SCF forniscono assistenza personalizzata a piccoli e grandi risparmiatori. 

Fondata nel 2001 da Salvatore Gaziano e Roberta Rossi Gaziano, SoldiExpert è una delle principali società di consulenza finanziaria a livello nazionale per data di costituzione ed esperienza del team. Già nel 2015 contava oltre 100 milioni di masse sotto consulenza. 

Vuoi saperne di più sui servizi di SoldiExpert? Chiama il numero verde 800 031 588 o visita il sito soldiexpert.com per prenotare un primo colloquio gratuito e senza impegno.  

Ufficio Stampa Fattoretto srl 

Agenzia SEO Digital PR 

www.massimofattoretto.com