Investire sulla salute: il potenziale delle terapie geniche

Redazione
·3 minuto per la lettura
Investire sulla salute: il potenziale delle terapie geniche
Investire sulla salute: il potenziale delle terapie geniche

J.P. Morgan Asset Management sfrutta uno strumento proprietario, ThemeBot, per supportare il gestore e scandagliare una miriade di documenti e fonti sulle società migliori su cui investire e sugli sviluppi di queste terapie

Fornire all’organismo una copia corretta del gene difettoso o un altro gene che possa compensarne il malfunzionamento nelle cellule colpite dalla malattia. Ecco spiegato l’obiettivo della terapia genica che tratta una patologia mirando direttamente alle sue basi geniche. Siamo all’inizio di questo viaggio: solo un paio di terapie geniche sono attualmente disponibili in commercio. In futuro, l’impatto per il settore sanitario potrebbe essere enorme, con conseguenti implicazioni per gli investitori.

GLI ASPETTI INTERESSANTI PER GLI INVESTITORI

Sono interessanti, infatti, i tassi di crescita potenziali più elevati per le società coinvolte in terapie geniche e il significativo potenziale di guadagno a lungo termine per i titoli esposti a questo tema. Alcuni processi di innovazione tecnologica, compreso l’ambito medicale, hanno subito un’accelerazione durante la pandemia. Ma non solo. J.P. Morgan Asset Management sottolinea come stia aumentando anche “il numero delle malattie obiettivo di questo tipo di cure”, grazie all’inclusione di malattie più complesse, ma comuni, “come il cancro, il morbo di Parkinson e l’artrite”.

COSA SONO LE TERAPIE GENICHE

Le terapie geniche modificano le informazioni genetiche con lo scopo di curare malattie gravi. Potenzialmente sono terapie che potrebbero rivoluzionare il settore della salute. Significa poter curare malattie che, oggi, richiedono trattamenti per tutta la durata della vita. Un esempio su tutti, l’emofilia: le persone che ne soffrono non riescono a fermare il sanguinamento quando si feriscono. Con le terapie geniche si potrebbe sostituire il gene difettoso con una copia sana, in grado di consentire ai pazienti di produrre il proprio fattore di coagulazione normalmente.

CATTURARE LE OPPORTUNITÀ

Ogni processo disruptive implica cambiamenti profondi ma anche opportunità da cogliere. Insieme ad aziende più affermate, quelle innovative nella fase iniziale offrono un’esposizione specifica al tema. Il fondo Thematics - Genetic Therapies di J.P. Morgan Asset Management punta su un portafoglio diversificato di società esposte al tema delle terapie geniche, con l’obiettivo di massimizzare l’esposizione al tema e ridurre al minimo il rischio specifico dell’azienda.

L’APPROCCIO DI INVESTIMENTO

Per arrivare a selezionare le società migliori sulle quali investire, gli analisti di J.P. Morgan Asset Management possono contare sul supporto di uno strumento proprietario, ThemeBot, che fa leva sull’elaborazione del linguaggio naturale (NPL) per scansionare centinaia di milioni di documenti e di informazioni, identificando le aziende più adatte al tema d’investimento, tramite parole chiave e specifici input. In questo modo è possibile identificare anche società di dimensioni più ridotte, magari proprio all’inizio del loro processo di sviluppo, che spesso sono ignorate negli approcci di investimento tradizionali.

LA GESTIONE ATTIVA DI J.P. MORGAN AM

La differenza, in questo caso, la fa l’esperienza dei professionisti degli investimenti di J.P. Morgan AM nella gestione attiva che viene applicata successivamente a questa prima fase di ricerca, per determinare quali titoli entrano nel portafoglio sulla base dei fondamentali societari e per assicurare che il portafoglio sia coerente, oltre che opportunamente differenziato, con il tema di investimento. L’obiettivo del fondo è quello di ricercare un rendimento investendo in società con un’esposizione al tema delle terapie genetiche a livello globale.