Inviato Onu: Paesi stranieri "restino fuori" dalla Libia

Sim

Roma, 7 gen. (askanews) - L'inviato speciale dell'Onu per la Libia, Ghassan Salamé, è tornato a chiedere ai Paesi stranieri di "rimanere fuori" dalla Libia, dicendosi "arrabbiato" perchè "tutti parlano di Libia, ma non dei libici che stanno soffrendo".

Parlando alla stampa dopo la seduta a porte chiuse sulla Libia del Consiglio di sicurezza dell'Onu, Salamè ha dichiarato: "Quello che ho chiesto al Consiglio di sicurezza, e quello che ho chiesto a questi Paesi è molto chiaro: rimanete fuori dalla Libia. Ci sono abbastanza armi in Libia, non hanno bisogno di altre armi. Ci sono abbastanza mercenari in Libia, quindi smettetela di inviare mercenari, come sta accadendo ora con centinaia, forse migliaia, di mercenari in arrivo". (Segue)