Inviato Onu: Paesi stranieri "restino fuori" dalla Libia -2-

Sim

Roma, 7 gen. (askanews) - "Sono veramente arrabbiato nel vedere che tutti vogliono parlare della Libia e in pochi vogliono invece parlare dei libici, di quello che sta accadendo ai libici - ha aggiunto - la Libia non è solo petrolio, non è solo gas, non è solo una questione geopolitica, riguarda anche esseri umani. E le persone stanno soffrendo, e solo perchè non c'è un messaggio chiaro internazionale che dica basta".

Salamè ha quindi accusato "un Pase che sostiene l'Esercito nazionale libico" del generale Khalifa Haftar dell'attacco all'accademia militare di Tripoli di sabato scorso, costato la vita ad almeno 30 cadetti.