“Involontaria Off – L’esame”, film per i giovani sul volontariato

featured 1607849
featured 1607849

Roma, 13 mag. (askanews) – E’ un film sul mondo del volontariato rivolto ai ragazzi “Involontaria Off – L’esame”, in onda il 15 maggio alle 17.30 su MTV, in streaming su NOW TV, alle 21.00 su VH1, e dal 16 maggio su Prime Video. Il film nasce nell’ambito della partnership ormai decennale tra Fondazione MSD e le Associazioni dei pazienti, con l’obiettivo di far conoscere ai giovani la fatica ma anche la gratificazione di fare volontariato, ma anche per sensibilizzarli su importanti tematiche di salute pubblica, come la prevenzione e i corretti stili di vita.

Il film diretto da Alessandro Guida ha come protagonista Sara, una 18enne che fa un’esperienza estiva in un’Associazione di volontariato e scopre una realtà di persone empatiche, ma soprattutto rigorose e competenti. La sua breve esperienza come volontaria incrocia rapporti d’amore e di amicizia fuori e dentro l’Associazione.

Il film è stato presentato in anteprima alla Casa del Cinema di Roma. Il Direttore della Fondazione MSD, Goffredo Freddi, spiega: “MSD da sempre ha attivato forme di partnership con associazioni di pazienti, movimenti civici, istituzioni, società scientifiche, per promuovere quella che si chiama la Health Literacy, ovvero la possibilità che i cittadini hanno di ottenere, comprendere, le informazioni che riguardano la salute, e prendere decisioni appropriate. E quest’anno vogliamo esaltare qualcosa di straordinario che ha il nostro Paese, ovvero il volontariato, un vero e proprio pilastro della nostra nazione. Il progetto è un progetto cinematografico che mette insieme le associazioni di volontariato con la professionalità del cast, dello sceneggiatore e del regista, per raccontarlo in un modo originale e che parli soprattutto ai giovani”.

Il film è sceneggiato da Giuseppe Paternò Raddusa, mentre giovanissimi interpreti sono Elvira Camarrone, Elisa Visari, Simone Di Scioscio, Ruben Mulet Porena. Fondamentale è stato l’apporto dei veri volontari, come spiega il regista: “Loro ci tenevano che raccontassimo il mondo del volontariato in maniera autentica, senza troppa finzione, ci abbiamo provato, abbiamo fatto un tentativo, l’unico elemento di finzione è questa storia romantica all’interno. E’ un progetto rivolto soprattutto ai giovani e per questo le protagoniste sono ragazze che hanno appena terminato il liceo e che si affacciano sul mondo dell’università, e qualcuna si affaccia per la prima volta al mondo della malattia. E’ fatto con immagini potenti, dialoghi secondo me molto emozionanti, e con l’interpretazione di giovani che sono però allo stesso tempo molto molto naturali, molto spontanei”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli