Inzaghi all'Inter, Ultras Lazio: "Lotito ha perso altra occasione"

·1 minuto per la lettura

"Ancora una volta la presidenza ha perso un'occasione per fare qualcosa di buono per i tifosi, ma siamo abituati a questo. Niente di nuovo e nessuna sopresa da Lotito". Così all'Adnkronos il leader degli Ultras Lazio Franco Costantino, detto 'Franchino', dopo l'addio di Simone Inzaghi dalla panchina della Lazio. "Inzaghi era e rimane un pezzo di lazialità importante - dice - che ha dato 22 anni della sua carriera per il nostro stemma e per i nostri colori. Già lo abbiamo espresso nel nostro comunicato e lo vogliamo ribadire: Simone, prima da giocatore e poi da allenatore, ha passato una vita qui a Roma ed è giusto salutarlo, ringraziarlo e fargli un grosso in bocca al lupo per la sua carriera da parte di tutta la Curva Nord. Ha tutto il nostro rispetto".

"Fa sorridere - prosegue - vedere le scritte apparse questa mattina a Formello contro il tecnico, insulti gratuiti da parte di sedicenti laziali che dovrebbero di più pesare le parole prima di scrivere certe cose e conoscere bene la vicenda prima di esprimersi."

"Detto questo - prosegue 'Franchino' all'Adnkronos - non possiamo parlare di bandiere nel 2021, se non quelle che ogni domenica porta il tifoso allo stadio, dentro al cuore. Non ci facciamo più illusioni, perché il romanticismo nel calcio non esiste più e noi ne siamo ben consapevoli", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli