Inzaghi elogia la Lazio: "Abbiamo meritato di vincere"

Simone Inzaghi si gode la Lazio al secondo posto e pensa allo scudetto: "La leggerezza mentale è un fattore, ora le partite sono pesanti".

La Lazio vola altissimo nella classifica di Serie A. I biancocelesti battono l'Inter 2-1 e si portano al secondo posto, confermandosi sempre più in alto nella lotta per lo scudetto. Quella a cui Simone Inzaghi ora pensa sempre di più. Il tecnico ha commentato a 'Sky' il successo dell'Olimpico.

"Abbiamo fatto un’ottima partita contro una squadra forte che aveva perso solo una volta. Stiamo tenendo un grandissimo ritmo, abbiamo meritato di vincere. A fine primo tempo ho fatto i complimenti alla squadra, ho detto che ci mancava solo qualità nell’ultimo passaggio. La leggerezza mentale è un fattore, ma le partite ora sono pesanti. Stamattina i ragazzi erano sereni, stasera un po’ meno. Abbiamo messo in campo quello che avevamo preparato. È andata bene".

L'allenatore biancoceleste ha poi svelato il piano partita per battere i nerazzurri: coperture preventive e difesa aggressiva sugli attaccanti. Con due cambi pronti.

"Avevamo preparato le preventive su Lukaku e Lautaro con Leiva, volevamo muoverlo il meno possibile. I difensori sono stati bravissimi, hanno dato pressione ai due attaccanti. I cambi? Sapevo che inizialmente Lazzari e Correa sarebbero stati due ottimi cambi, sono entrati benissimo".

Tema della serata era il ballottaggio tra Correa e Caicedo: Inzaghi ha scelto il secondo, ma il primo ha avuto un grande impatto a partita in corso.

"Correa sta tornando in forma, prima dell’infortunio era imprendibile, ha avuto un problema al polpaccio. Ieri ho avuto il dubbio, stamattina ho deciso per Caicedo, pensavo fosse la sua partita. Su Sergej le aspettative si sono alzate, a lui chiedo anche tantissima quantità. Non ha mai posto un problema e lavora per la squadra".

Il tecnico ha anche elogiato tutto il gruppo per il grande lavoro fatto e ricordato le emozioni negli ultimi 4 anni.

“Con i ragazzi 4 anni di emozioni continue. Mi dicevano che la Lazio l’anno scorso è arrivata ottava, ma l’obiettivo l’anno scorso era la Coppa Italia e l’abbiamo centrata”.