Io ricordo: Il confine orientale italiano nel 900. Una storia europea

Pie

Roma, 20 ott. (askanews) - Il Consiglio Regionale del Lazio organizza, dal 21 al 24 ottobre 2019, un viaggio d'istruzione per 120 studenti delle scuole secondarie di secondo grado provenienti da 25 scuole di tutte le province del Lazio, con la collaborazione dell'Ufficio Scolastico Regionale.

Il viaggio "I0 ricordo. Una Storia europea" dà seguito al progetto lanciato dall'Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale, in occasione del Giorno del Ricordo del 10 febbraio, in memoria delle vicende del confine orientale, dell'esodo di centinaia di migliaia di italiani dell'Istria, di Fiume e della Dalmazia, delle vittime delle foibe. L'itinerario del viaggio permetterà ai ragazzi di percorrere vie del ricordo che passano per Trieste e la sua provincia, superano il confine orientale per conoscere e approfondire la storia delle terre di frontiera nel '900, durante e in seguito all'ultimo conflitto mondiale.

Il Viaggio "I0 ricordo" seguirà un itinerario che si snoderà tra l'Italia, con le soste di Trieste: al Monumento nazionale-Foiba di Basovizza, alla Risiera di san Sabba, all'Ex Centro Profughi di Padriciano, al Magazzino 18, per poi varcare il confine fino a Pola, a Rovigno in Istria e a Fiume, oggi territorio croato. Sottotitolo del viaggio è: "Una storia europea", perché le memorie possano non essere divise ma condivise quale patrimonio culturale e per rafforzare, attraverso la presa di coscienza e il monito dei drammi del passato, i valori di pace e rispetto dell'altro alla base dell'idea stessa di Europa.

I ragazzi saranno accompagnati dai loro insegnanti, dalla presidente dell'ANVGD di Roma, Donatella Schurzel, dal direttore del Museo Storico di Fiume Marino Micich, da esuli di Pola, Rovigno, Fiume. Con loro, ci saranno anche i rappresentanti dell'Assemblea legislativa del Lazio: il vice presidente del Consiglio regionale Devid Porrello, i consiglieri regionali Chiara Colosimo, Daniele Giannini, Gianluca Quadrana.