Iotti, Spadoni: ci ricorda che sovranità popolare nostro faro

Lsa

Roma, 4 dic. (askanews) - "Vent'anni fa ci lasciava Nilde Iotti, mia conterranea, una donna che ha dato un contributo fondamentale alle Istituzioni democratiche del nostro Paese". La vice presidente della Camera, Maria Edera Spadoni (M5S) ha svolto l'intervento in Aula alla Camera per ricordare la prima donna a presiedere la Camera dei depitati.

"Aveva una concezione altissima delle Istituzioni, fu una donna che si distinse per la sua imparzialità e per le sue battaglie in nome della giustizia sociale, dell'emancipazione femminile - ha ricordato Spadoni - per il divorzio e per il diritto all'aborto in un periodo storico in cui vigeva ancora il delitto d'onore. Promosse la riforma del diritto di famiglia per il riconoscimento ai figli naturali della stessa tutela prevista per i figli legittimi".

La vice presidente della Camera ha quindi ricordato il discorso di insediamento di Nilde Iotti come Presidente della Camera nel 1979, laddove, rivolta ai colleghi deputati, disse:"Guai se non avvertissimo con tutta la nostra forza, con tutto il nostro senso di responsabilità, che le assemblee parlamentari esprimono al più alto grado la sovranità popolare e devono continuare a essere assemblea aperta al nostro popolo, alla grande forza di democrazia e di unità che lo anima". "Ecco - ha concluso Spadoni - la sovranità popolare sia il faro del nostro impegno quotidiano in quest'aula".