Ipotesi Di Maio Premier, la replica del M5S: “Clamorosa fake news”

luigi-di-maio

A pochi giorni dal voto di sfiducia a Giuseppe Conte, previsto per il 20 agosto, rimbalzano sulle principali testate notizie in merito a presunte trattative per salvare il governo, Tra queste, anche l’ipotesi di Luigi Di Maio Premier che sarebbe circolata nella giornata del 16 agosto. L’idea di un governo Di Maio sarebbe infatti stata avanzata a seguito del passo indietro di Matteo Salvini riguardo la sfiducia a Conte, anche se sia il Movimento 5 Stelle sia il diretto interessato smentiscono categoricamente la notizia, definendola una fake news.

Governo, ipotesi Di Maio Premier

A smentire l’indiscrezione per primo è proprio il M5S, che in una nota ufficiale dichiara come si tratti di una fake news diffusa da qualcuno: “Quanto riportato da alcuni organi di stampa è totalmente falso. Non solo nessuno dei quotidiani ha contattato fonti ufficiali del Movimento 5 Stelle con l’intento di verificare questa clamorosa fake news. Sono cascati nel giochino di qualcuno, ma siamo abituati ormai. Non ci interessano poltrone, non ci interessano giochi di palazzo”.

Nella nota, il Movimento ribadisce inoltre come in questo momento la priorità per il Paese sia quella di approvare il taglio dei parlamentari. Un voto che è già stato calendarizzato per il 22 agosto: “Per noi è importante il taglio dei 345 parlamentari per dare un grande segnale di cambiamento. Punto. Abbiamo sempre lavorato per fare il meglio del Paese e soprattutto in questo momento dopo che la Lega ha fatto piombare l’Italia in una crisi senza precedenti, nel pieno di agosto”.

La replica di Luigi Di Maio

Il ministro del Lavoro Luigi Di Maio affida invece ad un post su Facebook la propria opinione in merito alle voci su una sua eventuale salita a Palazzo Chigi. Il vicepremier afferma infatti: “In questa estate surreale, in cui la Lega ha fatto cadere il governo in pieno agosto fregandosene del Paese e degli italiani, leggo continue fake news su futuri ruoli, incarichi, strategie. Tutte cose che non ci interessano. Tutte assurdità veicolate ad arte da qualcuno sui giornali per nascondere la verità”.

Nel post, anche Di Maio spinge sulla questione del taglio dei parlamentari: “A noi interessa una sola cosa arrivati a questo punto: che il 22 agosto – quando è fissata la seduta della Camera – si voti il taglio dei parlamentari. 345 poltrone, stipendi e privilegi in meno sono l’unica cosa che ci interessa in questo momento. Aspettiamo le forze politiche il 20 agosto in aula. Chi sfiducerà Conte lo farà per evitare che si voti il taglio dei parlamentari. Questa è la realtà. Possiamo far risparmiare mezzo miliardo di euro agli italiani. Il MoVimento 5 Stelle c’è e c’è sempre stato per il bene dell’Italia!”.