Iran, aereo caduto, Commissione Ue chiede inchiesta indipendente

Loc

Bruxelles, 10 gen. (askanews) - La Commissione europea "non ha conferma" dell'ipotesi secondo cui il Boeing 737-800 ucraino caduto mercoledì mattina in Iran poco dopo il decollo da Teheran sia stato colpito per errore da missili della contraerea iraniana, ma chiede che vi sia "un'indagine indipendente e credibile in linea con le regole internazionali della sicurezza dell'aviazione civile" sulle cause del disastro. Lo ha sottolineato oggi a Bruxelles un portavoce dell'Esecutivo comunitario.

"La Commissione - ha aggiunto il portavoce - resta a disposizione per qualunque eventuale richiesta di assistenza da parte delle autorità che stanno conducendo le indagini". A un giornalista che chiedeva se l'Ue consideri "indipendenti e credibili" le autorità iraniane, il portavoce ha risposto: "Ci sono delle regole internazionali e ci aspettiamo che siano rispettate".