Iran, Amnesty: decine di feriti in proteste abbattimento aereo -4-

red/Mgi

Roma, 15 gen. (askanews) - Una persona di Shiraz, nella provincia di Fars, ha raccontato cosa è accaduto il 12 gennaio durante una manifestazione di solidarietà per le vittime dell'aereo ucraino:

"[Le forze di sicurezza] urlavano e picchiavano tutti coi manganelli, anche chi si trovava là per caso. Giovani o vecchi, donne o uomini non faceva differenza".

Mahsa, una testimone di Teheran, ha riferito che le forze di sicurezza hanno lanciato i lacrimogeni all'interno della stazione della metropolitana di Shademan per impedire alle persone di uscire per prendere parte a una protesta:

"C'erano tanti lacrimogeni. Ero così nel panico che all'inizio neanche mi sono accorta di essere stata colpita dai pallini appuntiti. Ora il mio cappotto è pieno di buchi e ho ferite lungo il corpo".

Mahsa è stata respinta da tre ospedali e persino da una clinica veterinaria dove era andata a chiedere aiuto. (Segue)