Iran, Amnesty: mondo deve condannare deterioramento diritti umani -5-

Red/Bea

Roma, 6 nov. (askanews) - Tra le raccomandazioni respinte, figurano quelle di proteggere i diritti dei difensori dei diritti umani, fermare le intimidazioni nei loro confronti e scarcerare le persone imprigionate per aver esercitato pacificamente i loro diritti alla libertà di espressione, associazione e riunione.

"Invece di rafforzare la cooperazione con la società civile e le organizzazioni per i diritti umani, come l'Iran si era impegnato a fare, le autorità hanno indebolito ulteriormente questi diritti, intensificando la repressione del dissenso", ha commentato Philip Luther.

Tra le persone ingiustamente detenute vi sono giornalisti, artisti e difensori dei diritti umani, tra cui avvocati, difensori dei diritti delle donne, attivisti per i diritti delle minoranze, attivisti per i diritti dei lavoratori, attivisti ambientalisti e coloro che cercano verità, giustizia e riparazione per il "massacro delle carceri" del 1988. (Segue)