Iran, Bonino: Ue si distingua da Usa e difenda i suoi interessi

Pol/Gal

Roma, 8 gen. (askanews) - L'Europa deve "cercare di difendere i suoi interessi, anche e soprattutto quando non coincidono con quelli americani. La difficoltà, è restare uniti a 27 su una posizione chiaramente dialettica rispetto a quella di Washington. E a quella di Londra, che è oramai fuori dalla famiglia europea". Lo dichiara la senatrice di Più Europa, Emma Bonino, in un'intervista a Il Mattino.

"Gli USA non hanno dato alcun avvertimento agli alleati europei che hanno truppe in Irak che stavano pianificando un'operazione spettacolarmente rischiosa per la sicurezza del personale di stanza nel paese. Solo a cose fatte Pompeo ha cominciato a chiamare tutti o quasi, chiedendo solidarietà per la decisione non condivisa. Non molte capitali europee erano convinte che l'attacco extraterritoriale ed extra-giudiziale a Soleimani fosse la migliore idea per cominciare bene il 2020. Esiste il diritto internazionale, questo tipo di azioni (se non giustificate) può essere caratterizzato come un atto di guerra. A parte il fatto che l'UE ha difeso allo stremo il valore dell'accordo nucleare con Teheran, che - conclude Bonino - sarà verosimilmente distrutto dalle tensioni in corso".