Iran, cerimonie per l'anniversario della morte di Qasem Soleimani

Tre anni dopo, l'uccisione di Qasem Soleimani rimane una potente fonte di rabbia e dolore per la leadership iraniana e molti cittadini.

Il generale iraniano, morto in un attacco di droni statunitensi contro la sua auto a Baghdad, in Iraq, è stato ricordato con varie cerimonie a Teheran e nella capitale irachena.

È stato considerato un "martire" all'aeroporto di Baghad, dove lui e il suo vice sono stati uccisi: Soleimani era ritenuto il leader ispiratore delle forze d'élite dei Guardiani iraniani della Rivoluzione (Quds).

Ali Abdul Hassan/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
AP Photo - Ali Abdul Hassan/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.

"Il messaggio che potremmo far passare oggi - dice Moayad al-Saadi, relazioni con i media delle Unità di mobilitazione popolare irachene - è il rifiuto di tutto ciò che accade, presenta una netta violazione della sovranità dell'Iraq e sottolinea che l'approccio degli Stati Uniti è basato sul terrore".

Gli Stati Uniti consideravano Soleimani il capo delle milizie filo-iraniane in Iraq.

Teheran ha promesso rappresaglie dopo l'attacco aereo, ordinato dall'allora presidente Donald Trump.