Iran, cinese CNPC esce dal progetto South Pars

Mos

Roma, 7 ott. (askanews) - Il gigante del petrolio cinese CNPC si è piegata alle sanzioni Usa, uscendo da un progetto da 5 miliardi di dollari in Iran. L'ha annunciato il ministro del petrolio iraniano Bijan Zangeneh, spiegando che il gruppo di Pechino - di proprietà statale - è fuori dal progetto per lo sviluppo dei giacimenti di South Pars.

Pechino era entrata nel 2017 nel progetto, rimanendo ultimo partner straniero dell'Iran in questa maxioperazione. Lo scorso anno ne era uscito anche la francese Total.