Iran, confermata condanna a dieci anni dipendente British Council

Bea

Roma, 27 ago. (askanews) - Un tribunale d'appello iraniano ha confermato una condanna a dieci anni per una dipendente del British Council, Aras Amiri, per il reato di "infiltrazione culturale". Amiri è stata condannata a "dieci anni di carcere e sta già scontando la sua pena. Il verdetto è stato confermato dalla corte" ha detto il portavoce Gholamhossein Esmaili.

"Questa persona è stata da noi identificata per al sua infiltrazione culturale nella società attraverso le arti e per la sue attività a tutto campo". Amir è stata condannata in primo grado il 13 maggio dopo aver reso "piena confessione" secondo la stampa iraniana.

Amiri, cittadina iraniana che viveva a Londra, è stata arrestata in Iran, dove si era recata per visitare la famiglia, nel 2018. Le autorità iraniane hanno chiuso dieci anni fa il centro cultrale britannico, per "attività illecite".