Iran, incriminati per "spionaggio" i tre australiani arrestati

Coa

Roma, 17 set. (askanews) - I tre cittadini australiani detenuti da giorni in Iran sono stati incriminati per "spionaggio" nella Repubblica islamica: lo riferisce l'agenzia iraniana Tasnim, citando il portavoce dell'Autorità giudiziaria locale, Gholamhossein Esmaili.

Due di loro sono accusati di avere scattato "foto di installazioni militari", il terzo è sospettato di "spionaggio a profitto di un paese terzo", ha scritto Tasnim senza precisare i loro nomi.

Canberra ha reso noto l'arresto dei tre australiani in Iran lo scorso 11 settembre.